Un bagno di folla ha decretato il successo della seconda edizione di PF Tecnologie

Un bagno di folla ha decretato il successo del riscaldamento a legna e pellet all’82° Fiera del Levante

A Bari, l’area speciale dedicata alla produzione di calore ed energia attraverso le biomasse legnose bissa il successo dello scorso anno  

PF tecnologie, l’area speciale dedicata al riscaldamento a legna e pellet presentata per il secondo anno consecutivo alla Fiera del Levante, raccoglie anche quest’anno il pieno consenso degli espositori e dei visitatori, giunti numerosissimi per conoscere le tutte le novità sulle stufe, sui caminetti, le caldaie e le cucine a legna e pellet.

Organizzato da Piemmeti, società di Veronafiere, che già realizza a Verona “Progetto Fuoco”, il più importante appuntamento mondiale in questo settore, PF tecnologie ha dato visibilità ad una forma di riscaldamento tanto tradizionale quanto innovativa: l’utilizzo di legna e pellet.

E il successo di pubblico è stato clamoroso.

“I numeri della Fiera del Levante parlano di oltre 250.000 ingressi – dichiara Raul Barbieri, direttore di Piemmeti – con la soddisfazione di aver trovato un luogo coerente dove diffondere l’utilizzo dell’energia dal legno, che consente di riscaldare nel pieno rispetto della sostenibilità e delle normative di sicurezza, di ottenere sensibili risparmi energetici e di poter accedere agli incentivi del Conto Termico.”

In Italia, le imprese di questo settore sono oltre 14.000 tra produttori, distributori, installatori e manutentori/fumisti con 72.000 addetti complessivi e un fatturato annuo di oltre 5 miliardi di euro.

Il 24% delle famiglie italiane oggi usa pellet o legna da ardere: sono infatti quasi 7 milioni gli apparecchi a biomassa legnosa installati oggi in Italia.

“E’ stata – conclude Barbieri – un’importante possibilità di avvicinamento al mercato del Centro Sud per le aziende presenti, oltre 50 tra le più rappresentative di questo settore, e un’occasione di conoscenza dello stesso, grazie al programma di workshop ed incontri per il pubblico e per i tecnici coordinato da AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali)”.

PF tecnologie verrà organizzata a Bari anche nel 2019, sempre nell’ambito della Fiera del Levante.

Info sempre aggiornate al sito: www.pftecnologie.it

 

QUALITÀ DELL’ARIA E BIOMASSE La Regione Puglia pronta a sottoscrivere il Protocollo d’intesa con il Ministero dell’Ambiente per migliorare la qualità dell’aria e promuovere la strategia sostenibile della filiera legno-energia

Trasmettere a cittadini, istituzioni regionali e mezzi di informazione l’impegno congiunto assunto dal Ministero dell’Ambiente e dalla filiera legno-energia-calore nell’affrontare il tema della qualità dell’aria. È questo il primo obiettivo dell’evento tenutosi il 13 settembre alla Fiera del Levante, nell’area espositiva di PF Tecnologie e dedicato alla presentazione del Protocollo d’intesa siglato tra Ministero Ambiente e AIEL – Associazione italiana energie agroforestali per ridurre del 70% le emissioni del settore entro il 2030.

Hanno partecipato all’incontro Nicola Zanardi, amministratore di Fiera del Levante, Raul Barbieri, direttore di Piemmeti, società organizzatrice di PF Tecnologie, Marino Berton, direttore generale AIEL e partner tecnico di Piemmeti e Francesco Corvace del Dipartimento Mobilità, Lavori Pubblici  ed Ecologia e Alta Professionalità della Regione Puglia. All’indomani della pubblicazione dell’accordo, la Regione Puglia è stata tra le prime a manifestare il proprio interesse al Ministero dell’Ambiente, condividendone finalità ed azioni. L’accordo infatti prevede il coinvolgimento delle Regioni, che attraverso i ‘Piani di risanamento della qualità dell’aria’ hanno un ruolo determinante nella definizione di strategie e azioni per la riduzione degli impatti ambientali derivanti dal traffico, dalle attività produttive, dal riscaldamento.

Il Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Ambiente promosso da AIEL individua cinque impegni concreti:

  1. Sostituire i sistemi di riscaldamento a biomassa obsoleti, grazie al sostegno fondamentale dell’incentivo Conto Termico, con impianti a biomassa aventi le classi di qualità ambientale più elevate previste dalla certificazione ariaPulita™, in grado di aumentare l’efficienza e diminuire le emissioni inquinanti.
  2. Stimolare l’uso di biocombustibili certificati di alta qualità, conformi alle norme tecniche di riferimento e con la certificazione BiomassplusÒ promossa da AIEL.
  3. Garantire la professionalità e la competenza degli installatori e manutentori attraverso precisi percorsi di formazione e aggiornamento obbligatori.
  4. Aggiornare i Catasti regionali dei generatori e intensificare la sorveglianza sull’applicazione delle norme vigenti.
  5. Avviare una campagna nazionale, rivolta ai consumatori per promuovere le buone pratiche per un uso corretto dei generatori a biomasse.

“PF tecnologie dà visibilità alle forme di riscaldamento da fonti rinnovabili – ha dichiarato Raul Barbieri, direttore di Piemmeti spa – favorendo il progressivo abbandondono delle fonti fossili. Ciò consente, nel pieno rispetto della qualità dell’aria, di ottenere sensibili risparmi energetici e di accedere ai convenienti incentivi del Conto Termico, già stanziati ma ancora non sfruttati appieno”.

“L’accordo è aperto all’adesione di Regioni e Province autonome – ha spiegato Marino Berton direttore generale di AIEL – il cui impegno risulterà fondamentale per garantirne il successo. Per l’applicazione concreta dei cinque punti dell’intesa è fondamentale creare sinergie tra filiera, istituzioni sia nazionali che locali e consumatori/utenti. Le biomasse legnose sono la prima energia rinnovabile in Italia e la seconda fonte di riscaldamento delle famiglie italiane. Non servono misure eccezionali, ma un impegno concreto di tutti i soggetti coinvolti”.

“La Regione Puglia – affermano il direttore del Dipartimento Mobilità, Lavori Pubblici  ed Ecologia, ing. Barbara Valenzano e l’Alta Professionalità ing. Francesco Corvace – ha formalmente mostrato interesse al Protocollo di Intesa che definisce un quadro di collaborazione tra il Ministero e AIEL atto a promuovere l’adozione di azioni e di iniziative per la riduzione delle emissioni di materiale particolato e di Benzo(a)pirene degli impianti alimentati a biomasse legnose, nell’ottica di una successiva adesione in qualità di amministrazione pubblica interessata. Le motivazioni di tale adesione rivengono da frequenti scambi intercorsi tra la Regione e il Ministero dell’Ambiente negli ultimi anni, indirizzati alle attività inerenti ai Piani di risanamento della qualità dell’aria e alle iniziative idonee al superamento dell’infrazione comunitaria per il PM10. Per questa ragione la Regione ospiterà il Ministero ed una rappresentanza di tutte le regioni del sud aderenti a tale protocollo in data 30 ottobre, per dare avvio alla linea tecnica ed operativa di supporto ai Piani e all’analisi del contributo all’inquinamento in aria-ambiente dovuto alla combustione della biomassa legnosa”.

Per informazioni:
AIEL, segreteria.aiel@cia.it, www.aielenergia.it

Le attività di ANFUS a PF Tecnologie

LE ATTIVITA DI ANFUS a PF Tecnologie – Bari 8-16 settembre

Anfus, l’associazione nazionale di riferimento per i fumisti e gli spazzacamini si presenta a PF Tecnologie con una grande area nel padiglione 20 suddivisa in due zone.

Nello spazio istituzionale verranno presentate “Le Buone Pratiche”, per dare visibilità a tutti i soggetti che partecipano alla filiera “dalla foresta agli impianti domestici a biomassa”

Si ricorderà come il buon funzionamento dei caminetti e delle stufe in termini di rendimento, risparmio energetico e tutela dell’ambiente, è influenzato da 5 elementi caratterizzanti la suddetta filiera:

  • Scelta, taglio ed eventuale lavorazione del legno combustibile (biomassa vegetale)
  • Progettazione e produzione dell’apparecchio di combustione e dell’impianto fumario
  • Scelta e abbinamento dell’apparecchio di combustione rispetto all’ambiente di posa e l’impianto fumario
  • Installazione da parte dei fumisti specializzati ed abilitati al DM 37/08 lettera c (con le opportune limitazioni) nel rispetto della norma UNI 10683
  • Manutenzione e controllo eseguita da Maestri Spazzacamini specializzati nel rispetto della norma UNI 10847

Verrà inoltre proposto uno spazio didattico e divulgativo, a cura della Scuola FUSPA, con esercitazioni e divulgazione tecnica. Di seguito il programma:

Tetto degli Spazzacamini
- Esercitazioni pratiche di manutenzione ed installazione camino caminetti e stufe

8-9 settembre 3 dimostrazioni al giorno
(11.30,
15.30,
19.30)

15-16 settembre 3 dimostrazioni al giorno (11.30,
15.30,
19.30)

SCUOLA FUSPA

Sabato 8 settembre
- stand Anfus – padiglione 20

ore 17.30
- Il sistema fumario: la corretta installazione delle canne fumarie per i caminetti e le stufe (Gianluca Collini)

ore 18.30
- Il progetto formativo per i tecnici del settore biomasse: la scuola di formazione
(Sandro Bani)

ore 19.30
- Le Buone Pratiche: Progetto Metro Pizza
(Massimo Pistolesi)

Domenica 9 settembre – stand Anfus – padiglione 20

ore 12.30
- La compilazione del libretto impianto e della dichiarazione di conformità (Valentina Zini)

ore 15.30
- Le norme del settore
(Sandro Bani)

per i più piccoli

ore 12.00
- Sul tetto con lo spazzacamino – Leggi gioca e colora con lo spazzacamino

ore 18.00
- Sul tetto con lo spazzacamino – Leggi gioca e colora con lo spazzacamino

Sabato 15 settembre
- stand Anfus – padiglione 20

ore 17.30
- Il sistema fumario: la corretta installazione delle canne fumarie per i caminetti e le stufe (Gianluca Collini)

ore 18.30
- Il progetto formativo per i tecnici del settore biomasse: la scuola di formazione
(Sandro Bani)

ore 19.30
- Le Buone Pratiche: Progetto Metro Pizza (Massimo Pistolesi)

Domenica 16 settembre
- stand Anfus – padiglione 20

Ore 12.30
- La compilazione del libretto impianto e della dichiarazione di conformità (Valentina Zini)


Ore 15.30
- Le norme del settore
(Sandro Bani)

per i più piccoli

Ore 12.00
- Sul tetto con lo spazzacamino – Leggi gioca e colora con lo spazzacamino

Ore 18.00
- Sul tetto con lo spazzacamino – Leggi gioca e colora con lo spazzacamino

Caldaie a biomassa in Classe 5 – Kalorina Mini K Low Emission

Un nuovo modo di produrre energia: più efficiente e sostenibile, nel rispetto dell’ambiente!

La gamma di caldaie Mini K, da 23 a 31 kW si integra facilmente in ogni ambiente grazie alle sue dimensioni “ridotte”.

Struttura compatta e design elegante

  • Le dimensioni compatte permettono l’installazione della caldaia in spazi ridotti;
    •  Flessibilità di posizionamento e rapidità di installazione:
  • L’alta qualità delle materie prime, la scelta dei sistemi di sicurezza, dei controlli elettronici e la progettazione secondo gli standard più restrittivi, sono garanzia di elevata efficienza;
    •  Massima comodità di utilizzo, gestione semplice, manutenzione minima.

Versatile

  • Nell’impiego: l’ampio campo di modulazione della potenza le permette di adeguarsi ad ogni tipo di richiesta energetica: dai grandi ambienti a quelli ad energia quasi zero;
    •  Nell’integrazione: con sistemi a energia solare per i pannelli solari;

    •  Nella scelta della tipologia di biomassa.

Economica

  • La biomassa è facilmente reperibile grazie ad una filiera corta ben organizzata.
    • Certificata per accedere agli incentivi previsti dal Conto Energia Termico o alle detrazioni fiscali

Ecosostenibile

  • Certificazione Classe 5 EN 303-5 (Conto Termico 2.0) con massimo coefficiente premiante 1.5;
    •  Ideale abbinamento con il solare per la produzione di energia rinnovabile con impatto ambientale minimo.

INFO:  PRESSO STAND 28/A

Caldaia combinata Terminator di Solafocus Gmbh

Caldaia combinata therminator II della Solarfocus Gmbh

La caldaia therminator II offre la possibilità di poter utilizzare più combustibili diversi in una sola camera di combustione. La caldaia può essere alimentata con ceppi di legna, pellets, o cippato.

La tecnologia a fiamma inversa garantisce la combustione, o meglio la gassificazione, totale del combustibile. In combinazione alla sonda Lambda questo sistema permette di raggiungere rendimenti elevati con valori di emissione minimi. Con l’utilizzo degli scambiatori di calore brevettati dotati di lamiere di ottimizzazione di flusso termico le rese rimangono alti per tanti anni. La regolazione con touchdisplay da 7” permette il comando semplice, anche a distanza tramite cellulare o tablet. Tutti i dettagli sul sito Solarfocus GMBH

Stufa a pellet RELAX: forme geometriche minimal

Forme geometriche e minimal per Relax. Idro ventilata dal design compatto, rivestimento in acciaio e porta in vetro serigrafato. Arricchiscono Relax i vari allestimenti disponibili, che propongono la migliore tecnologia nel settore. Rivestimento in acciaio verniciato e porta in vetro serigrafato.

CARATTERISTICHE TECNICHE:

  • Stufa pellet idro ventilata con doppia combustione
  • Sonda ambiente integrata: Sistema che permette la modulazione automatica della potenza di esercizio della stufa, adattando le prestazioni al livello di comfort ambiente impostato dall’utente.
  • Programmabile: Possibilità di avere accensioni e spegnimenti con diversi orari per tutti i giorni della settimana.
  • Braciere in ghisa: Sviluppati dal reparto R&S di Linea VZ, i Bracieri in “Ghisa Sferoidale” dalle eccellenti proprietà termiche, tecniche e meccaniche, permettono di ottimizzare il processo di combustione del pellet.
  • Riscaldamento ad aria ventilata: Con scambiatori opportunamente dimensionati riscaldano abitazioni fino a 590 mc. mediante l’utilizzo di ventilatori a basso assorbimento energetico, dalle elevate restazioni e dalla rumorosità contenuta. Per ogni esigenza di comfort, la gestione elettronica permette un’ampia modulazione sia della portata d’aria dello scambiatore che della potenza.
  • Radiocomando: Facilita la gestione di alcune funzionalità della stufa, senza bisogno di intervento sui tasti della console di comando.
  • Stop&Go: Sistema elettronico integrato di Linea VZ che permette spegnimenti ed accensioni automatiche del prodotto al raggiungimento del comfort desiderato (attivabile in fase di installazione).
  • SFS Silent Fun System: Le stufe Linea VZ, grazie alla particolare caratteristica dei ventilatori utilizzati (dal basso coefficiente di rumorosità – min. 45 db), permettono di sfruttare al massimo il calore prodotto dallo scambiatore all’aria, offrendo il minimo livello di rumorosità nell’ambiente, per un comfort assoluto.
  • Patent System: Sistema esclusivo Linea Vz.
  • T-System: T-System di Linea VZ previene la formazione di condensa nello scambiatore della Idro Stufa, evitando i conseguenti minori rendimenti e i fenomeni di corrosione. Particolarmente adatto su installazioni dirette all’impianto o su impianti ad elevato contenuto di fluido.
  • HIE Hidraulic: Le Idro Stufe Linea VZ sono tutte dotate dei componenti idraulici per una facile e rapida installazione. Circolatore elettronico ad alta efficienza (classe A), manometro digitale, valvola di sicurezza, valvola di sfiato automatica, vaso di espansione chiuso sono assemblati già all’interno dei prodotti.
  • Speedy on System: Sistema Linea VZ che garantisce l’affidabilità di una rapida accensione, riducendo parallelamente il consumo di energia utilizzata
  • Easy clean: Stufe Linea VZ progettate per semplificare e ridurre la frequenza delle operazioni di manutenzione ordinaria o giornaliera.

Disponibile nelle versioni: RELAX 16, RELAX 20, RELAX 24, RELAX 32

Ulteriori informazioni sul sito di Linea VZ.

 

Wendy, la stufa a pellet ventilata della serie evolution

La Nordica-Extraflame: 50 anni di attività, 80 prodotti in conto termico e 150 modelli certificati Aria Pulita: numeri da leader!

Il gruppo La Nordica-Extraflame, grazie al knowhow frutto di cinquant’anni di attività e ai continui investimenti in ricerca e innovazione, da sempre lavora ininterrottamente per offrire ai propri clienti una gamma di prodotti sempre più efficienti e all’avanguardia in termini di prestazioni ed emissioni. Questo percorso ha portato ad oggi ad avere più di 150 modelli, tra stufe, cucine, caminetti e caldaie a legna e pellet certificati 3, 4 e 5 stelle Aria Pulita e più di 80 prodotti che, grazie alle loro prestazioni, consentono di accedere agli incentivi del Conto Termico.

Tra questi c’è anche Wendy, la stufa a pellet ventilata della serie Evolution line con camera stagna e serbatoio ermetico, adatta quindi a case a basso consumo energetico, con una potenza nominale di 10 kW. Questo apparecchio può inoltre funzionare a convezione naturale, garantendo silenziosità e massimo comfort acustico, grazie alla possibilità di escludere completamente la ventilazione ambiente. È dotata poi di serie del radiocomando palmare che funge anche da termostato ambiente, e di braciere autopulente e sistema di combustione ottimizzato di ultima generazione. Il rivestimento in acciaio e maiolica è disponibile nelle finiture bianco e bordeaux.

Infine, grazie alle basse emissioni e a un rendimento superiore al 90%, questa stufa consente di accedere agli incentivi del Conto Termico con il massimo coefficiente premiante ed è inoltre certificata 4 stelle Aria Pulita.

Per maggiori informazioni e per l’elenco completo di tutti i prodotti visita il sito www.lanordica-extraflame.com. La Nordica-Extraflame riscalda la vita, in modo sempre più responsabile.

stufa a pellet ventilata

Stufa a pellet AMBRA, un prodotto di ultima generazione

Stufa a pellet Ambra è un prodotto di ultima generazione, realizzato da COLA, azienda del gruppo FERROLI, con un’esperienza pluridecennale che nasce dal lontano 1963. Perfomances elevate ed ecosostenibilità si sposano con risparmio e bellezza, grazie all’utilizzo di combustibili rinnovabili ed alla filosofia di progettazione, in costante evoluzione. Con un rendimento del 91,42% ed una potenza introdotta di 7,10 kw, Ambra si colloca in un segmento di qualità medio-alto, pur conservando una quotazione di mercato molto aggressiva ed altamente competitiva. Comfort, sicurezza e facilità di manutenzione, grazie al sistema di autopulizia, rendono Ambra una stufa completa e di indubbio valore, considerando che si tratta di un prodotto “made in Italy” e che rientra negli incentivi previsti dal Conto termico 2.0. 

Helga EVO, la stufa a legna di La Nordica Extraflame

HELGA EVO di La Nordica-Extraflame: 50 anni di attività, 80 prodotti in conto termico e 150 modelli certificati Aria Pulita: numeri da leader!

Il gruppo La Nordica-Extraflame, grazie al knowhow frutto di cinquant’anni di attività e ai continui investimenti in ricerca e innovazione, da sempre lavora ininterrottamente per offrire ai propri clienti una gamma di prodotti sempre più efficienti e all’avanguardia in termini di prestazioni ed emissioni. Questo percorso ha portato ad oggi ad avere più di 150 modelli, tra stufe, cucine, caminetti e caldaie a legna e pellet certificati 3, 4 e 5 stelle Aria Pulita e più di 80 prodotti che, grazie alle loro prestazioni, consentono di accedere agli incentivi del Conto Termico.

Tra questi prodotti c’è anche Helga Evo, stufa a legna con rivestimento esterno in maiolica bordeaux e titanio o in pietra naturale. La forma rotonda di questa stufa e la porta fuoco curva in ghisa smaltata consentono di godere al massimo di una visione panoramica del fuoco. L’ampio focolare infatti è rivestito in ghisa e refrattario Nordiker, uno speciale materiale brevettato che conferisce grande luminosità alla fiamma e garantisce elevate prestazioni, grazie anche al sistema di post combustione.   

Le basse emissioni e il rendimento superiore al 86% consentono inoltre a questa stufa di accedere agli incentivi del Conto Termico con il massimo coefficiente premiante e di ottenere le 4 stelle della certificazione Aria Pulita.

Per maggiori informazioni e per l’elenco completo di tutti i prodotti visita il sito www.lanordica-extraflame.com. La Nordica-Extraflame riscalda la vita, in modo sempre più responsabile

La Nordica

Helios: il biotermocamino 2.0

Primus è il Biotermocamino 2.0, il termocamino policombustibile che può essere alimentato a legna, pellet o nocciolino. Tutte le informazioni sul sito di Helios Tecnologie.